Home Page
 
DYNASTY

PATRICK TUTTOFUOCO
INAUGURAZIONE VENEDi 22 MAGGIO 2015 ORE 18.00

DAL 25 MAGGIO AL 20 SETTEMBRE 2015

INTERNAL LINK
- PATRICK TUTTOFUOCO CV
- PATRICK TUTTOFUOCO WORKS
- PATRICK TUTTOFUOCO EDITION
DOWNLOAD
- ENGLISH PRESS RELASE
- INVITATION CARD
- HANDWHEEL

 
Patrick Tuttofuoco - Reggio Emilia
Dynasty - Patrick Tuttofuoco, 2015


COMUNICATO STAMPA: Venerdì 22 Maggio alle ore 18:00 inaugura alla dispari&dispari DYNASTY, una personale dell'artista Patrick Tuttofuoco che continua il percorso di ricerca iniziato con l’intervento d’arte pubblica “…Mom, Dad” realizzato questo aprile a Milano in occasione di miart 2015. La nuova mostra rappresenta infatti il secondo momento chiave nella collaborazione dell’artista con Nicola Ricciardi (curatore di entrambi i progetti) e Andrea Sassi (direttore di dispari&dispari e produttore dell’opera): una collaborazione volta a rileggere e reinterpretare 15 anni di lavoro di Tuttofuoco attraverso un narrazione incenerata sul tema del ritratto che si concluderà questo autunno con la pubblicazione di una monografia da parte di Mousse Publishing.

Come per l’intervento di Milano, anche DYNASTY mira ad investigare temi quali lo studio dell’iconografia classica e delle sue trasformazioni contemporanee, l’etica della cooperazione e il concetto di famiglia nell’arte. Tuttavia, se da un lato "…Mom, Dad" marcava il ritorno da parte dell'artista al confronto con la dimensione pubblica, per questa nuova iterazione lo stesso intervento è riproposto all’interno di dispari&dispari in un allestimento che mira ad enfatizzarne la dimensione privata e la sua relazione non più con la Storia ma con la memoria personale. Il ritratto della “famiglia putativa” dell’artista porge infatti le spalle al visitatore, quasi come se la struttura che regge i ritratti di Nefertiti e Alessandro Magno ne volesse celare i volti—che appaiono in questa nuova configurazione come intimi, appartati, discreti.

Un’intimità reiterata anche da una serie di ritratti inediti, dove le sembianze di amici e colleghi di Tuttofuoco si mescolano ad elementi ambientali che provengono dal litorale di Pescara, città nella quale l’artista ha trascorso l’ultimo anno di lavoro per motivi famigliari. I volti di Diego Perrone e Paola Pivi, Massimo Grimaldi e Roberto Cuoghi, di quei compagni di viaggio che hanno accompagnato l’artista dagli studi in Accademia ad oggi (alcuni più da vicino altri con distacco, ma senza mai sottrarsi ad un possibile confronto) diventano gli interpreti della naturale necessità di guardare al passato per interpretare il proprio presente. Ancora una volta - e in questo caso in maniera volutamente esplicita - il ritratto diventa il linguaggio prediletto da Tuttofuoco per affrontare il tema dell’identità.

La mostra si conclude poi con un intervento site-specific realizzato appositamente per DYNASTY: una scritta led che scandisce e ripete all’infinito la frase “Tengo famiglia”. Nel sentire comune l’espressione è generalmente (anche se erroneamente) attribuita allo scrittore Ennio Flaiano, il quale l’avrebbe suggerita come motto da cucire sulla bandiera italiana nel 1945: un secondo, esplicito seppur intimo riferimento a Pescara, città natale dello scrittore. Ma anche un’ulteriore riflessione su oneri e onori, letizie e doveri del muoversi all’interno di una sfera affettiva. Se infatti generalmente l’espressione sottintende quegli obblighi e responsabilità impliciti nei rapporti parentali, l’opera di Tuttofuoco, attraverso la giocosità del led, sembra riportarla alla leggerezza originaria e propria della penna di Flaiano.

La mostra è aperta fino al 20 Settembre 2015, per maggiori informazioni visita www.dispariedispari.org

...

PRESS RELEASE:
Dispari&dispari presents DYNASTY (opening on Friday, May 22 at 6pm), a new solo show by Patrick Tuttofuoco that continues the artist's research started with the public art intervention "... Mom, Dad"—realized in Milan on the occasion of miart 2015. This new exhibition represents the second key moment in the collaboration between Tuttofuoco, Nicola Ricciardi (curator of both projects) and Andrea Sassi (director of dispari&dispari and producer of the work), aimed at re-reading and re-interpreting a 15-year artistic career through the lens of the history of portrait painting and photography. The third and final moment will take the form of a monographic publication edited and designed by Mousse Publishing (Fall 2015).

Like the Milan's project, DYNASTY starts from (and revolves around) the study of archetypal iconography and its contemporary transformations, the ethics of cooperation and the concept of family in the arts. However, if on the one hand "... Mom, Dad" marked Tuttofuoco's return to public art, in this new iteration the same work is proposed in a new setting emphasizing its private dimension and its relationship not with History but with personal memories. The portrait of Tuttofuoco's "putative family" is here seen from behind, with the structure holding the portraits of Nefertiti and Alexander the Great concealing their faces—which in this new configuration appear as intimate, secluded, discrete.

The sense of intimacy is then reverberated by a series of photographic portraits where the distinctive features of friends and peers of Tuttofuoco mingle with environmental elements—seaweed, shells, stones—coming from the seashore of Pescara, the city where the artist spent the last year for family reasons. The faces of Diego Perrone and Paola Pivi, Massimo Grimaldi and Roberto Cuoghi, of those who accompanied the artist from the Academy of Fine Arts to present day (some more closely, other with detachment) become the symbols of the natural need to look at the past in order to interpret the present. Once again—and in this case in a deliberately explicit way—portrait becomes the language preferred by Tuttofuoco to address the issue of identity.

The exhibition also includes a site-specific work: a LED sign that ceaselessly repeats the phrase "Tengo famiglia", meaning "I got family". Commonly (though erroneously) the expression is attributed to the writer Ennio Flaiano, who'd suggested the motto to be sewed on the Italian flag in 1945: a second, explicit albeit intimate, reference to Pescara, birthplace of the writer; but also a further reflection on the duties and honors, joys and burdens of the affective sphere. If the motto generally implies those obligations and responsibilities implicit in parental relationships, through the playfulness of the LED, Tuttofuoco seems to bring it back to its original lightness and to the liveliness typical of Flaiano.

The exhibition is open until September 20, 2015, for more details visit www.dispariedispari.org



Dynasty - Patrick Tuttofuoco, 2015
Dynasty - Patrick Tuttofuoco, 2015
Dynasty - Patrick Tuttofuoco, 2015
Dynasty - Patrick Tuttofuoco, 2015
 


 
dispari&dispari

Ideazione:
Artista:
A cura di:
Sede::
Indirizzo:
Inaugurazione:
Periodo:
Orario:

Tel:
Fax:
Info:
Web:

DYNASTY
dispari&dispari project
Patrick Tuttofuoco
Nicola Ricciardi
Location Industriale
Z.I Buco del Signore, via V.Monti, 25 - Reggio Emilia
22 Maggio 2015 ore 18.00
dal 25 Maggio al 20 Settembre 2015
Mart - Ven dalle 15.00 alle 19.30
weekend solo su appuntamento
+39.0522.557344
+39.335.6097304
info@dispariedispari.org
www.dispariedispari.org

z