Home Page
 
ROYAL ROUGE
ARTE FIERA BOLOGNA

FLAVIO FAVELLI

23 / 27 GENNAIO 2014

INTERNAL LINK
- FLAVIO FAVELLI CV
- FLAVIO FAVELLI WORKS
- FLAVIO FAVELLI EXHIBITIONS
DOWNLOAD
- INVITATION CARD
- ENGLISH PRESS RELASE
- HANDWHEEL
 
Royal Rouge - Flavio Favelli 2014 . Installation view at Arte Fiera Bologna . Foto Dario Lasagni


COMUNICATO STAMPA:
dispari&dispari project partecipa all'edizione 2014 di Arte Fiera, Bologna presentando nella sezione "solo-show" il progetto speciale di Flavio Favelli, Royal Rouge. Favelli realizzerà un ambiente site-specific nel quale verranno esposte opere diverse, tra cui alcuni collage realizzati con manifesti per adulti degli anni '70 e '80.

Il Royal Rouge era un cinema per adulti a Bologna in via Rizzoli, dove ora c'è il Nike Store; era di fronte a Beltrami, il negozio di lusso con gli alberi di ulivo in vetrina, ma anche coi vetri rotti dalla contestazione. Era il 1977, avevo 10 anni e vidi sotto al portico la locandina del film. Era grafica netta, pura iconoclastia. Solo un nome: Serena. Scritto in rosso su sfondo verde, con riquadri e cornici sottili e nere. Compresi che c'era un mondo parallelo che aveva nomi ammalianti: Pornorama Blue, Rimmel, Sex Diamond, Sensation. Era un mondo libero, audace, ma anche proibito e super vietato. Era un mondo Porno Rosso Regale, un mondo Royal Rouge.


PRESS RELEASE: dispari&dispari project participates at the Bologna Art Fair 2014 with the special project Royal Rouge by Flavio Favelli. The artist will create a site-specific environment where different works including collages made with posters for adults of the '70s and the '80s will be exposed.

The Royal Rouge, was a cinema for adults located in Via Rizzoli in Bologna, where there is now the Nike Store; it was in front of Beltrami, the luxury store with olive trees in the window, but also with broken glass for the protest. It was the 1977, I was 10 and I saw the movie poster under the arcade. It was clear graphics, pure iconoclasm. Only one name: Serena. It was written in red on a green background with thin and black frames. I realized that there was a parallel world with fascinating names: Pornorama Blue , Rimmel , Sex Diamond, Sensation . It was a free, daring but also super prohibited and forbidden world . It was a Porn Red Royal world a Royal Rouge world.


Royal Rouge - Flavio Favelli 2014 . Installation view at Arte Fiera Bologna . Foto Dario Lasagni
Royal Rouge - Flavio Favelli 2014 . Installation view at Arte Fiera Bologna . Foto Dario Lasagni
Royal Rouge - Flavio Favelli 2014 . Installation view at Arte Fiera Bologna . Foto Dario Lasagni
Royal Rouge - Flavio Favelli 2014 . Installation view at Arte Fiera Bologna . Foto Dario Lasagni


“L’arte è memoria: l’artista Flavio Favelli, presenta un progetto site-specific nello stand Dispari&Dispari Project, costruito sul ricordo di un vecchio cinema per adulti: "avevo dieci anni e vidi sotto al portico la locandina del film:era grafica netta, pura iconoclastia. Solo un nome, Serena. Scritto in rosso su fondo verde, con riquadri e cornici sottili e nere. Compresi che c’era un mondo parallelo che aveva nomi ammalianti: Pornorama Blue, Rimmel, Sex Diamond. Un mondo libero, audace, ma anche proibito e supervietato. Un mondo Royal Rouge", come il titolo della sua installazione."

- Da “Arte fiera 2014” di Vittoria Filippi Gabardi, pubblicato su www.vogue.it

"Spiccano, tra le altre cose, un omaggio a Giorgio Morandi e il progetto di Flavio Favelli per la Dispari&Dispari di Reggio Emilia in cui l'artista rilegge l'iconografia del porno d'antan «tamponando» vecchi manifesti originali e pensando al Royal Rouge, cinema a luci rosse in pieno centro a Bologna, le cui insegne stuzzicavano la sua curiosità di ragazzino."

- Da "Arte fiera, un viaggio tra gli stand" di Luciana Cavina, pubblicato su corrieredibologna.corriere.it

"C’era una volta un cinema a luci rosse. E c’era, nello stesso quartiere, la casa dove abitava con la sua famiglia un ragazzino. C’era il passaggio forzato sotto le locandine di quel cinema: la mattina per andare a scuola e poi a mezzogiorno per tornare; e ancora al pomeriggio per vedersi con gli amici, e il sabato, la domenica, nei giorni come gli altri e in occasione delle feste comandate. Un quotidiano scandito dall’ammiccante voluttà di forme invitanti, sguardi maliardi, titoli strillati di doppi sensi arditi; un bombardamento di immagini che finisce, un giorno dopo l’altro, per costruire un immaginario erotico che si tinge oggi della romantica patina del ricordo. Quel ragazzo era Flavio Favelli, che condivide il ricordo d’infanzia nello stand della Dispari&Dispari Project di Reggio Emilia. Scegliendo di farlo con elegante e aniconico pudore pop."

- Da “Bologna Updates: gli scatti a luci rosse di Pierre Molinier e le scollacciate action figure di Mel Ramos. Tra feticismi assortiti e zoofilia ecco la fotogallery dell’Arte Fiera vietata ai minori..”, pubblicato su www.artribune.com

“Il Miglior Show in Fiera: dispari&dispari project di Reggio Emilia – con il grande progetto di Flavio Favelli sulle locandine dei film porno degli anni Settanta e Ottanta."

- Da Bologna Updates: Il top dell’artweek. Le cose migliori secondo il nostro insindacabile giudizio: singoli stand delle fiere, mostre, gallerie, musei… pubblicato su www.artribune.com.

"Grande ritorno invece per Andrea Sassi di Dispari & Dispari Project di Reggio Emilia, che torna a Bologna dopo 12 anni con uno stand-solo show di Flavio Favelli, un omaggio agli anni '70 visti attraverso le metamorfosi di locandine di film a luci rosse. Un progetto legato al proibizionismo, che mostra quanto la realtà "sociale" di 40 anni fa fosse più libera e, allo stesso tempo, ancorata più saldamente ai propri valori, tanto da non restare scandalizzata di fronte alla pornografia – quotidianamente in vista nelle città italiane – di quanto non lo sia ora, con una forma di violenza sessuale continuamente perpetrata tramite ogni canale, non solo televisivo. Decisamente uno degli stand migliori della fiera."

- Da Fiera si, fiera no. Bologna al consuntivo, di Mateeo Bergamini pubblicato su www.exibart.com



 
dispari&dispari project

Ideazione:
Artista:
Periodo:
Indirizzo:
Tel:
Info:
web:

ROYALE ROUGE
dispari&dispari project
Flavio Favelli
23 / 27 Gennaio 2014
Quartiere Fieristico di Bologna
+39.335.6097304
info(at)dispariedispari.org
www.dispariedispari.org